assembleaNUOVI PROGETTI


COLLABORATRICE FAMIGLIARE (BADANTE) CONDIVISA


Succede e non raramente che le persone anziane che abitano ancora a casa propria, non abbiano altra scelta che il trasferimento in casa per anziani, quando la loro autonomia inizia a diminuire e crescono invece il fabbisogno di cure, assistenza e accompagnamento.

È pure noto che la maggior parte delle persone desidererebbe poter rimanere il più a lungo possibile al proprio domicilio o quantomeno vorrebbe poter scegliere se e quando trasferirsi in una casa per anziani, ovviamente condizioni di salute oggettive permettendo.

In alcuni casi basterebbe aumentare le prestazioni di sostegno, assistenza e accompagnamento durante il giorno, anche per preservare le risorse dei famigliari, per sostenerli e non lasciarli soli nella presa a carico del proprio congiunto.

Nell’ambito del mandato che in termini generali ha come obiettivo di permettere e migliorare il mantenimento a domicilio delle persone “confrontate a malattia, infortunio, disabilità, maternità, vecchiaia o difficoltà socio-familiari, offrendo loro le necessarie prestazioni” (art. 2, cpv. 1 dello Statuto), ABAD ritiene importante individuare tempestivamente i nuovi bisogni della popolazione di riferimento e proporre nuove forme di presa a carico innovative, diversificate ed economicamente sostenibili.

Dal mese di novembre 2018, ABAD in aggiunta e a sostegno dell’attività svolta dalla Custode sociale di paese (vedi Custodi Sociali), ha pertanto deciso di aumentare ulteriormente le risorse a disposizione degli utenti e famigliari del Comune di Cadenazzo e nel quartiere di Giubiasco per migliorare e sostenere concretamente il desiderio di rimanere ed essere curati e assistiti a casa propria.

Per saperne di più si rivolga alla Capo-équipe della sua zona.
 

CUSTODE SOCIALE DI PAESE A CADENAZZO


 

Da inizio ottobre 2017 nel comune di Cadenazzo abbiamo avviato un progetto innovativo a favore delle persone anziane o invalide.

 

CUSTODE SOCIALE DI QUARTIERE A GIUBIASCO